Ti racconto qualcosa di me

Sono Giuseppe Bica, ho 34 anni e sono un consulente di marketing e comunicazione mascherato da grafico creativo, oppure…il contrario! In ogni mio giorno non manca lo sport, l’avventura o quantomeno una sana passeggiata e mi piace poter raccontare e condividere quello che scopro di originale nel corso delle mie esperienze, provando a inventare una mia personale modalità di comunicazione, attraverso un post sui social o con un video su YouTube.
tutto-lo-stivale-giuseppe-bica
Ho 14 anni di esperienza nel settore grafica, della comunicazione e dei media, impreziositi da esperienze negli Stati Uniti e Malta. Parlo un ottimo inglese dal forte accento americano e mi cimento con entusiasmo con la lingua spagnola. Mi piace degustare e conversare di vino, così come ricercare e sperimentare pietanze internazionali, oltre che rivisitare quelle della mia tradizione. Sono impegnato costantemente nella mia crescita personale, perfezionando la comunicazione, il public speaking, la dizione. Sono un divoratore di podcast, di TEDX e sono un discreto lettore. Ho ottenuto la maturità presso un istituto tecnico ma soffro i calcoli e le materie scientifiche, mi affascinano invece la storia, il latino e la filosofia.
Ho la passione per i viaggi e punto a toccare ognuno dei 5 continenti (mi manca solo l’Asia!). Ho “marcato il territorio” in ordine sparso a: Parigi, Praga, Chicago, Aarhus Danimarca, Londra, Barcellona, Valencia, Locarno, Lugano, Toronto, New York, Miami, San Diego, Budapest, e Poznan Polonia. Ho nuotato con i delfini selvatici in Australia, dove la mia passione per il vino mi ha portato a provare la vita del contadino per un weekend durante la vendemmia. A Detroit ho tenuto lezioni di dialetto siciliano e ho persino celebrato un matrimonio. A Marrakech ho insegnato a cucinare la pasta al forno secondo la ricetta di mia nonna ad uno chef marocchino. Ad Istanbul ho collaborato alla riprese per la realizzazione di un servizio televisivo sul turismo medicale. A Malta, dove ho vissuto per più di due anni, di avventure e disavventure ne ho vissute tante da scriverne un capitolo.
Ho praticato il CrossFit per poi passare alle OCR, ovvero “Obstacle Course Race”, competizioni conosciute “commercialmente” come Spartan Race. Completo a livello amatoriale in svariate gare podistiche: dagli sprint alle mezze maratone, aI trial così come a triathlon sprint e olimpici. Recentemente ho camminato per un giorno e per una notte interi, per raggiungere il Teatro Massimo di Palermo partendo dalla mia Trapani. 100 km percorsi in 23 ore e 30’, senza dormire e zavorrato da uno zaino che conteneva bevande, cibo, l’integrazione e l’equipaggiamento tecnico necessario a riprendere l’avventura. Uno dei miei sogni è quello di pubblicare un libro sulle mie esperienze e le mie passioni. Un altro ancora è quello di diventare un IronMan! Ciò che mi “invento”, vivo e condivido, che sia un’escursione, un viaggio, un progetto importante oppure un giochino goliardico, sono sicuro di poterlo raccontare in modo originale e di intrattenere suscitando un’emozione. E’ questo il mio fattore differenziante, rispetto magari a sportivi/atleti o altri professionisti assai più prestanti e accreditati ma senza le stesse carte da giocarsi con la comunicazione o senza lo stesso atipico bouquet di skills. Di fronte al percorso più battuto, ad una visione standard o all’obiettivo più gettonato, mi piace elaborare uno sguardo critico ed esplorare strade alternative. Le persone che mi conoscono mi definiscono una persona audace. A me piace piuttosto pensare di poter contare su una innata curiosità che mi guida alla costante ricerca di nuove possibilità, laddove spesso altri si accontentano.